Home » Notizie » Nuovi corrispettivi per i bandi di architettura e ingegneria

 

Nuovi corrispettivi per i bandi di architettura e ingegneria

 

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 298 di ieri 20 dicembre il Decreto del Ministero della Giustizia 31 ottobre 2013, n. 143 recante il Regolamento per la determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi relativi all’architettura ed all’ingegneria.  

Armando Zambrano
Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri

 L’abrogazione della disciplina in materia di tariffe professionali, recante classi e categorie delle opere, determinata dal cosiddetto “decreto liberalizzazioni” aveva comportato una situazione di indeterminatezza per le stazioni appaltanti. Queste ultime, infatti, in caso di affidamento dei servizi di architettura ed ingegneria, non disponevano più di riferimenti certi per la definizione dell’importo da porre a base di gara.

 “Il nuovo provvedimento colma un vuoto anche per le prestazioni professionali – ha affermato Andrea Sisti, segretario della Rete delle Professioni Tecniche – nel campo ambientale, rurale, agronomico, forestale e paesaggistico dove sino ad oggi la situazione di indeterminatezza e la confusione dei ruoli professionali delle stazioni appaltanti rappresentava la prassi non più sostenibile”.

 “Come è stato dimostrato dal monitoraggio dei bandi di progettazione svolto dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri” prosegue Zambrano “ la grande maggioranza delle stazioni appaltanti, in assenza dei nuovi parametri, ha stabilito i corrispettivi da porre a base di gara seguendo valutazioni aleatorie, con evidenti conseguenze per la trasparenza, legittimità, efficacia ed efficienza del delicatissimo e importantissimo processo di realizzazione dei lavori pubblici”.

 Il decreto, dunque, mette fine ad una lacuna normativa che da tempo i professionisti tecnici italiani chiedevano al Governo di colmare. Dal 21 dicembre, secondo quanto stabilito dall’articolo 5, comma  1 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 (convertito dalla Legge 7 agosto 2012, n. 134), infatti, tutte le stazioni appaltanti dovranno riferirsi ai corrispettivi del D.M. 31 ottobre 2013, n. 143 per determinare il valore degli affidamenti delle prestazioni di architettura e ingegneria e delle professioni regolamentate.

Le ultime notizie »

Ingegneri per la Pace, donati 17mila euro alla Caritas

Ingegneri per la Pace, donati 17mila euro alla Caritas

Al Seminario Vescovile di Nola si è svolta  la cerimonia di consegna alla Caritas Italiana dei fondi raccolti con l’iniziativa “Ingegneri per...

 
AITA sostiene Ingegno Napoletano 2.0

AITA sostiene Ingegno Napoletano 2.0

A partire da lunedì 6 settembre, avranno inizio le Elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli per...

 
Il Porto di Torre Annunziata passerà all’ADSP Mar Tirreno Centrale

Il Porto di Torre Annunziata passerà all’ADSP Mar Tirreno Centrale

Giovedì 29 luglio, il Consiglio Comunale ha deliberato all’unanimità l’adesione del Porto di Torre Annunziata all’Autorità di Sistema del Mare Tirreno...

 
Incontro con la Commissione Urbanistica di Torre Annunziata

Incontro con la Commissione Urbanistica di Torre Annunziata

Nella Casa Comunale di via Schiti, si è tenuta una riunione che ha avuto come tema la possibile adesione del Porto di Torre Annunziata all’Autorità di Sistema...